pep.zone
Welcome, guest. You are not logged in.
Log in or join for free!
 
Stay logged in
Forgot login details?

Login
Stay logged in

For free!
Get started!

Multimedia gallery


desideria.pep.zone

19 DICEMBRE '05 §....LeTtErA dAl PaSsAtO....§

Mamma...non so perché ti sto scrivendo e lo faccio solo ora a così tanto tempo da quando te ne sei andata. Forse ho solo bisogno di parlarti come quando eri ancora qua con me...anche se non lo merito visto il male che ti ho fatto, che continuo a farti e non essere riuscita a dirti quanto ti voglio bene e quanto sei importante per me. Ce l'ho chiuso in un angolo di cuore in fondo alla mia anima (per quel che ne è rimasta) con un catenaccio di nome ORGOGLIO.. e lì dentro sono anche sepolti i sentimenti per tutte le persone che mi stanno intorno ma che ormai ho allontanato da me...e tu sai perfettamente perché,non per mancanza di bene,al contrario,proprio perché tutto l'amore che provo per loro fa bruciare ancor di più le ferite davanti ai loro occhi delusi. Perché questo ho provocato in loro,più che sofferenza, vera e propria delusione e non c'è cosa peggiore che vedere sguardi pieni di pietà e rassegnazione nei propri confronti. Non mi sto lamentando, d'altronde l'ho voluto, non sono né pazza né psicopatica,ma molto lucida in qualsiasi cosa faccio, anche quando sbagliavo ne ero pienamente consapevole, ma non m'importava...probabilmente cercavo il modo o quantomeno la scusa per allontanarmi, per rimanere sola...veramente...e non sentirmi più sotto accusa davanti alle tue figlie e a tua sorella,sempre così perfette in ogni occasione, mentre io non lo sono...sono falsa cattiva e ipocrita (o almeno così mi è convenuto dimostrarmi) e non è importante dimostrare che non lo sono,ho scelto la mia strada e non ora ma tanto tempo fa e continuerò a seguirla perché non so fare altre né credo sia giusto darmi un'altra possibilità...è la mia vita e come ho sempre detto ne faccio ciò che voglio... anche provocarmi rimpianti immensi...tipo di non aver detto mai a Giò che mi dispiace negarle sempre un ti voglio bene e che non mi ha mai deluso nei suoi comportamenti, la rabbia che le scaricavo addosso era solo quello che provavo nei miei confronti per non essere quella che lei voleva io fossi...e lo stesso con Tilde che non mi ha mai rinfacciato niente dei miei sbagli, c'è sempre stato un tacito perdono su tutto e mi è pesato perché io non sono capace di perdonare né me stessa né tantomeno gli altri...È inutile mamma,non so amare, sono nata da uno sbaglio e ho continuato a sbagliare e continuo imperterrita a farlo...e non me lo perdono,mai lo farò! Devo molto a tutti ma li ho ricambiati solo con indifferenza e tanta rabbia. Purtroppo io non sono né te né chiunque altro degno di stima e al quale da piccola avrei voluto somigliare...c'è una differenza enorme,un baratro per il quale loro restano creature splendide del giorno ed io infernale della notte...un angelo caduto che piange lacrime di sangue senza pentirsi di ciò che fa. È questo che voglio,ogni rimpianto è inutile,un fallimento è tale e ci rimane senza via d'uscita ed io non ho ragione per essere l'eccezione alla regola. Ti amo mamma e se potessi vorrei ancora riabbracciarti una volta,perché non l'ho fatto prima che tu te ne andassi...vorrei ancora trovarti accanto a me di notte quando per un incubo ti chiamavo e dormivi con me...ma ormai è troppo tardi,tutto questo non esiste più,tu,i miei sogni,i miei affetti...è tutto un'oscura utopia celata in quell'anima che ormai per paura di vivere ha ceduto alla devastazione interiore. Ma i miei sentimenti x te e la mia famiglia, anche se addormentati,esistono e forse solo quando avrò pace dentro me riuscirò a tirarli fuori e a darli a chi per tanto tempo li ha elemosinati dal ghiaccio che mi ritrovo dentro....Con il cuore....Kà


This page:




Help/FAQ | Terms | Imprint
Home People Pictures Videos Sites Blogs Chat
Top
.